[VUOI COLLABORARE CON ME?]

Buongiorno a tutti,

diretto verso Milano per due giornate di formazione nel weekend…

Stamattina dopo l’ennesima chiacchierata con una persona che ha chiesto informazioni sul corso intensivo di luglio…

pensavo al fatto che ricevo moltissime proposte di collaborazione.

Del tipo

“Io vivo a xxxx… collaboriamo e ti organizzo un corso qui”

Sono sempre proposte molto gentili ed educate e nascono dal cuore…

Però ci sono due cose che devi sapere:

– non sono alla ricerca continua di tenere corsi in posti dove ancora non ne ho tenuti.

Io oltre ad insegnare Coaching , FACCIO Coaching. Ho una docenza in università, lavoro con persone e aziende che richiedono il ReSonance, e POI lo insegno. Per questo motivo ogni corso è diverso dal precedente ed il modello è in costante evoluzione. Perché si nutre di quello di nuovo che imparo lavorando con persone, team, organizzazioni.

E se non ho ancora fatto un corso a… Trapani, per dire, vuol dire che ho scelto di non farlo.

D’altra parte l’Italia è davvero ‘piccola’ in termini geografici che spostarsi a Verona richiede al massimo 3 o 4 ore…

Credo che se sei seriamente intenzionato a fare qualcosa non sono 3 ore di viaggio a bloccarti (e infatti la maggior parte dei partecipanti all’intensivo che vengono dalle isole si sentono avvantaggiati proprio dal fatto che non dovranno spostarsi più volte da casa loro)

– se vuoi davvero ‘collaborare’ con me, qualsiasi cosa voglia dire questa cosa per te, DEVI conoscere il modello ReSonance e averlo studiato.

Ho già i miei collaboratori ma sono persone che studiano con me da un po’, sono bravi sanno spiegare il ReSonance e sono bravissimi Coach ReSonance…

Ed è per questo che collaborano con me.

Mi sembra l’approccio più sensato.

Ripeto, non sto giocando a Risiko, non devo occupare il mondo, non devo aprire i centri di formazione in ogni provincia di Italia per fare ballare e saltare le persone.

Il mio lavoro è cambiare il mondo del Coaching italiano smontando gran parte della ‘fuffa da mental coach’ che gira là fuori… e per farlo devo insegnarlo in gruppi di persone che ho selezionato almeno un po’.

Voglio dire… opero una certa selezione sui miei clienti, figuriamoci sui miei collaboratori.

– E per finire… sono la persona più morbida ed empatica che tu possa immaginare, ma ci tengo davvero a portare le persone verso una trasformazione e risultati veri… e questi non si ottengono su ipotetiche collaborazioni basate solo su basi ‘commerciali’.

Prima si studia, poi si impara, poi si dimostra di essere bravi, poi se vieni selezionato e lo richiedi ovviamente puoi studiare per diventare un formatore ReSonance.

Mi sembra la cosa più sensata, in un mondo dove nasce una scuola di mental coaching all’ora perché chi la apre pensa sia un modo per fare soldi facili e si appresta a formare persone che mai sapranno fare i coach e saranno insoddisfatte.

E quindi… se vuoi collaborare con me
Inizia cliccando qui sotto:

Corso Coaching Estate 2018

Scrivi un commento

*

Leggi tutto sul ReSonance Experience, l'evento de​​​​ll'anno  sul Coaching Professionale

x
Vai alla barra degli strumenti