Impostazioni cookie

Coaching

Il mio lavoro ha a che fare con il vivere la tua vita come un’avventura. Riguarda quella che chiamo ‘trasformazione personale’. Riguarda il fatto di accedere ad una posizione in cui ogni decisione che prendi ed ogni azione che fai diventa senza sforzo.

Lo scopo è quello di ottenere di più nel lavoro, nelle relazioni, in tutto ciò che fai nella tua vita, partendo da un unico punto di partenza: ‘CHI SEI’.

Metti da parte tutto quello che sai sullo ‘sviluppo personale’ e sul miglioramento: scoprirai un paradigma di evoluzione personale non convenzionale e profondamente efficace, basato sul modello trasformativo ReSonance. Allo stesso tempo sperimenterai la trasformazione che conduce una persona a costruire dentro di sè un modo di operare nel mondo in cui è semplicemente ‘pronta’ e capace di agire e di fare tutto quello che serve per ottenere quello che vuole.

Quello che faccio con il Coaching ReSonance non riguarda l’autostima, le convinzioni o la motivazione.

Riguarda essere la versione migliore di te stesso. Riconnetterti con il tuo nucleo più profondo: CHI SEI quando usi il tuo istinto e la tua intuizione. Quando sei così puoi essere pienamente presente e raccogliere informazioni su quello che c’è intorno a te, ed iniziare a notare tutte le possibilità che prima semplicemente non vedevi.

Nelle sessioni di Coaching ReSonance sarai seguito passo passo nella progettazione, programmazione e soprattutto nella realizzazione dei tuoi obiettivi. Imparerai a decidere quello che è meglio per te, a stabilire la tua direzione e a seguirla.

Prendere le decisioni migliori non è possibile se non partendo da un modo di essere e da una ‘posizione’ specifica. Una posizione che per te è già presente quando sei ‘al meglio’. Ed essere in questa posizione non dipende da alcun fattore esterno. Dipende solo dalla configurazione a cui riesci ad accedere.

Quello che faccio quando lavoro con i clienti riguarda chi sei quando sei al meglio. E questo introduce una differenza enorme in ogni aspetto della tua vita personale e professionale, in relazione a quello che vuoi.

  • Sperimenterai un’efficacia ed una prontezza all’azione finora sconosciuta ogni volta in cui vorrai ottenere qualcosa
  • Sarai in grado di prendere in modo naturale e senza sforzo le decisioni migliori per te ed in relazione agli altri
  • Il tuo lavoro e la tua professione diventeranno il modo più naturale di esprimere chi sei… dandoti il senso e la consapevolezza del contributo che puoi apportare al mondo.

E riguardo l’organizzazione, il gruppo o l’azienda in cui lavori, accedere a questa posizione comporta aumentare l’impatto che avrai al suo interno: aumenterai la tua capacità di influenzare l’ambiente in cui operi, senza dover ‘convincere’ o ‘manipolare’ nessuno.

Molti modelli di Coaching, inclusi quelli che utilizzano gli strumenti della Programmazione Neuro Linguistica (PNL), partono da una prospettiva in cui ‘c’è qualche problema da risolvere’.

Mentre la PNL è stata progettata per aiutare le persone a ‘risolvere i problemi’, l’approccio del modello ReSonance, conduce la persone ad un livello dove il problema non è presente.. Quando cambi la base di come ti muovi nel mondo, quello che prima sperimentavi come un problema diventa una possibilità ed una scelta. Usando il modello ReSonance imparerai un nuovo modo di essere nel mondo, un modo in cui sei tu al meglio, in cui sai cosa vuoi e prendere le decisioni giuste diventa semplice.

Con il ReSonance inizierai a guardare le cose dal punto di vista delle possibilità, avendo un senso di consapevolezza e capacità di osservazione, e saprai ‘essere’ in ogni situazione. In questo modo avere il controllo della tua vita diventa un modo di essere naturale… diventa l’unica cosa possibile. Il solo fatto di essere in un luogo avrà più impatto sulle altre persone. Saprai ‘chi sei’. Prenderai le decisioni giuste. Creerai la vita che sai essere giusta PER TE.

Saprai che la vita che stai vivendo E’ una incredibile avventura. Saprai ‘cosa vuoi’ e saprai muoverti per raggiungerlo. Saprai cosa significa essere creativi e come iniziare ad esserlo in ogni momento della tua vita ed in ogni cosa che fai. Avrai una struttura coerente e ben formata che contiene tutte le informazioni su come ‘essere’, e su come essere un essere umano ‘completo’.

Il processo del ReSonance è elegante, semplice e, soprattutto, EFFICACE.

Ecco una serie di competenze che è possibile sviluppare attraverso questo tipo di lavoro:

  • migliorare il tuo stato di benessere psico-fisico
  • prendere le decisioni migliori PER TE
  • migliorare il proprio carisma e la capacità di persuasione: imparerai a comunicare, comportarti ed a convincere partendo da una posizione in cui se ‘te al meglio’
  • strategie per la per il lavoro e la carriera: ‘come posso avere di più diventando chi voglio essere’

 

In questo anno sono cambiato profondamente in tutte le aree della mia vita: nel lavoro, in particolare, ho raggiunto tutti gli obiettivi che mi ero posto nella metà del tempo che all’inizio credevo sarebbe servito. Ma soprattutto ho imparato a fare tutto, tutto quanto… da una posizione in cui sono assolutamente un Matteo ‘perfetto’. Questo non riguarda solo il lavoro ma tutte le aree della mia vita. E’ come un puzzle che si è completato

Matteo, imprenditore

 

Una delle cose che faccio nel ReSonance e nei corsi,  è far percepire alle persone la possibilità di scegliere e di prendere delle decisioni, e la ‘magia’ che questo mette loro a disposizione. Essere in grado di scegliere quello che fai nella tua vita e sapere realizzarlo, compiendo le azioni che servono.

Questo processo comincia sempre con il costruire l’abilità di percepire quello che è presente: percepire quello che c’è nell’ambiente in cui operi, quello che c’è nel mondo. Lasciando entrare queste informazioni ed utilizzandole in relazione a ciò che vuoi ottenere, agendo.

Percepire, scegliere quello che vuoi, decidere quello che va fatto, ed agire. E lo so che detto così è molto semplice.

Perchè in ogni punto di questo processo, può succedere di introdurre delle distorsioni, o di confondersi. O di rimanere bloccati. Di percepire cose completamente diverse da ciò che è realmente presente nel sistema,  o di rimanere ‘incastrato’ perchè sai quello che va fatto per far accadere quello che vuoi nella tua vita, e non sei semplicemente in grado di farlo.

La parte centrale per me è sempre quella relativa al fatto di prendere decisioni giuste PER TE.

Sia che lavori con un imprenditore che con uno studente di una business school, o con un artista o uno sportivo, o con un professionista che ha creato la propria attività e vende sostanzialmente quello che sa fare e la sua competenza… per me la cosa più importante è questa: capire come fanno le persone a rimanere bloccate. Come fanno a NON muoversi da un punto in cui hanno presente il proprio desiderio… e come fanno a NON agire quando sanno quello che vogliono e sanno quello che devono fare.

Succede spesso che le persone NON sanno cosa vogliono fare. Non hanno un desiderio, o ce l’hanno vago, non hanno un obiettivo, non hanno una direzione, e rimangono fermi dove sono.

Oppure, sanno quello desiderano ma non sanno COME realizzarlo.

Hanno una chiara idea… Vogliono aprire una attività, per esempio. O di lasciare l’azienda di famiglia e di fondarne una nuova. O di cambiare lavoro, perchè hanno una passione che vogliono trasformare in una professione.

Oppure ancora non hanno le risorse, o non vogliono fare quello che va fatto e che serve per trasformare in realtà il loro ‘desiderio’.

E a queste risorse non riescono accedere molto spesso per una serie di motivi che in quel momento non riescono a mettere a fuoco pienamente.

Qualcosa che dipende magari dall’educazione che hanno ricevuto, dalla scuola… dai genitori.

Dal senso che è stato loro trasmesso su ciò che è possibile e ciò che non lo è, dalle convinzioni e dai valori che hanno, che influenzano ogni decisione che prendono ed ogni azione che fanno.

Ma non riescono a fare i passi necessari… sanno solo che vogliono qualcosa, saprebbero anche come fare per realizzarlo…

Il risultato è che sono sempre lì fermi a progettare ed a programmare, ma non si muovono effettivamente di un passo nella loro direzione e non si rendono conto che ci sono delle cose che li trattengono, letteralmente, dal fare quello che andrebbe fatto per avere quello che vogliono.

La maggior parte delle persone che è in questa situazione si rende conto di provare un disagio, ma non sà definirlo poi tanto bene. Spesso parte definendo quello che NON vuole ed ha più difficoltà a definire cosa vuole.

Dal punto di vista esteriore la loro vita va benissimo: buoni guadagni, un lavoro desiderabile, una vita regolare… Se misuri queste cose dall’esterno tutto sembra andare bene, ma sentono che c’è qualcosa che non funziona.

Dall’esterno tutto è perfetto, non ci sono problemi, non hanno bisogno di ‘risolvere’ qualcosa… ma dall’interno sanno che in fondo non stanno vivendo la loro vita, ma quella di un altra persona. Il lavoro che fanno NON è il loro lavoro, le decisioni che hanno preso non le hanno in realtà prese loro, ma l’educazione che hanno ricevuto.

Questa è quella che Joseph Campbell nel ‘Viaggio dell’Eroe’ definisce ‘la chiamata’. E il punto a cui porta è essere pienamente integrati, autentici… Ad essere pienamente ‘chi sei’ ed a fare tutto da questa posizione.

Questo percorso ti porta a muoverti da dove sei ad una posizione in cui fai tutto… decidi ogni cosa dal centro del tuo essere. Ed è il percorso che ti mette davanti a qualcosa che ha significato per te e per la tua vita, e richiede che tu prenda una decisione.

Se vuoi scoprire quale tipo di cambiamento il mio lavoro può generare per te, contattami

Simone Pacchiele