[SCOMMETTO CHE NON TI RICORDI CHI SEI DAVVERO]

La perdita di capacità di ‘essere nel proprio corpo’ non è solo uno dei dilemmi esistenziali più grandi del nostro tempo ma anche la ragione della perdita della capacità di generare performance e di prendere decisioni efficaci.
 
Siamo continuamente incitati ad ‘essere noi stessi’, a ‘trovare noi stessi’, a ‘comportarci in maniera autentica’, a ‘sviluppare noi stessi’, ‘ad essere fedeli a noi stessi’…
 
Eppure molti non hanno nessuna esperienza – e cioè qualcosa che riescono a SENTIRE addosso – di cosa significano queste parole.
 
Passano la maggior parte del tempo a ‘visualizzare’, ad elaborare per immagini, e cercano di trasferire esperienze mentali al resto di sé.
 
Vivono completamente nella loro mente.
 
Oppure provano ad intensificare le esperienze attraverso sostanza chimiche, relazioni sociali, meditazione, o allenamento fisico.
 
La conoscenza di sé in questo modo potrà anche aumentare, ma di certo non aumenterà la conoscenza somatica, e cioè il senso profondo e pieno di come sei quando sei vivo e al meglio.
 
Ti dico qualcosa di importante
 
Uno sportivo non può vincere un’olimpiade se oltre ad essere allenato non ha questa consapevolezza di sé.
 
Un musicista non ha sensibilità se non riesce ad accedere a questa configurazione.
 
Un manager non può prendere decisioni efficaci se non è capace di sentire con la parte somatica PRIMA di usare modelli decisionali.
 
La stessa cosa per un imprenditore, un venditore.
 
Se non sai CHI SEI a livelli più profondo…
Se non SPERIMENTI CHI SEI
continuerai a generare performance ad un livello mediocre.
 
Per questo da anni insisto col dire che il ‘mental coach’ è un’espressione che non ha nessun senso.
 
E da troppo tempo vedo scuole e trainer che magari basandosi su modelli culturali totalmente diversi dal nostro (che è una cultura a contesto alto) portano le persone o ad agire solo su base razionale o solo su base emotiva senza integrarle e senza portarle a generare una vera trasformazione che parte dalla tua identità.
 
Il 13 e 14 ottobre puoi iniziare a conoscere e a sperimentare sulla tua pelle il ReSonance, un modello di Coaching davvero elegante e molto evoluto che ti permette di fare tutto questo.
 
E cioè sperimentare, forse dopo tanto tempo, CHI SEI davvero e poi iniziare a prendere le decisioni che ti aspettano da tempo.
 
Iscriviti qui sotto al ReSonance Experience
 

Scrivi un commento

*

Corso intensivo di Coaching ReSonance dal 21 al 27 gennaio 2019. Guarda qui il programma completo

x
Vai alla barra degli strumenti