Coaching Copione

Coaching Copione

 

Una delle idee che da sempre esploriamo nel ReSonance è quella di script, di copione. Di plot, chiamalo come vuoi.

Personale o professionale, la faccenda non cambia.

Ovviamente non parlo di un copione che ti hanno dato a scuola, non è qualcosa di fisico. Non è un libro.

E’ qualcosa di più invisibile ma allo stesso tempo preciso e rigoroso.

Ed è proprio il fatto che è immateriale a renderlo pericoloso, come le polveri sottili delle marmitte catalitiche, che non vedi e di cui non percepisci la puzza… ma che se non stai attento inali ancora più facilmente.

Questo copione è più simile ad una specie di ‘software’ che gira 8 ore al giorno e 5 giorni su 7.

Gira come un disco senza fine la stessa canzone ieri, oggi, domani.

In qualche modo ad un certo punto della nostra vita siamo stati programmati per suonare questo disco continuamente.

Un’inestricabile coro di presupposizioni culturali, ‘si è sempre fatto così’, ‘così hanno deciso’.

Riguarda lavoro, relazioni, conto in banca, forma fisica, cibo, dove vai in vacanza, amicizie.

Un tempio di cultura e di costumi condivisi (ma da chi?).

Chi decide? Tu o qualcun altro?

Beh… se la risposta è che non sei tu, ti aspetto in estate per ricominciare a farlo.

Clicca qui sotto:

==> https://www.simonepacchiele.com/corso-coaching-estate-2018/

Scrivi un commento

*

Entra GRATUITAMENTE in Coaching Italia, il Gruppo sul Coaching Professionale

x
Vai alla barra degli strumenti